martedì 22 luglio 2014

L'imprevedibile viaggio di Harold Fry - Rachel Joyce

QUARTA DI COPERTINA
Quando viene a sapere che una sua vecchia amica sta morendo in un paesino ai confini con la Scozia, Harold Fry, tranquillo pensionato inglese, esce di casa per spedirle una lettera. E invece, arrivato alla prima buca, spinto da un impulso improvviso, comincia a camminare. Forse perché ha con la sua amica un antico debito di riconoscenza, forse perché ultimamente la vita non è stata gentile con lui e con sua moglie Maureen, Harold cammina e cammina, incurante della stanchezza e delle scarpe troppo leggere. Ha deciso: finché lui camminerà, la sua amica continuerà a vivere. Inizia così per Harold un imprevedibile viaggio dal sud al nord dell'Inghilterra, ma anche dentro se stesso: mille chilometri di cammino e di incontri con tante persone, che Harold illuminerà con la sua saggezza e la forza del suo ottimismo.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Non vedevo l'ora di recensire questo libro!
Harold Fry, sessantacinquenne inglese, vive con la moglie Maureen, la loro vita non è propriamente eclatante, anzi, sin dalle prima pagine è palese che ci sia qualcosa che non va, i due sembrano sopportarsi per inerzia, Harold molto timido e tranquillo, Maureen bisbetca e attiva.
Tutta la vita dei protagonisti cambia, quando Harold riceve una lettera da una vecchia collega, la signora Queenie Hennessy, che gli scrive per dirgli addio, essendo, molto gravemente, malata di cancro.
Qui succede l'inpensabile, Harol prende la spazzatura, arriva ai bidoni, ma invece di tornare indietro comincia a camminare, inizia la sua marcia della speranza verso la casa di risposo dove è ricoverata la signora Hennessy, dall'altra parte dell'Inghilterra.
Il viaggio non sarà semplice, anzi metterà alla prova la forza di volontà del nostro simpatico sessantacinquenne, gli farà rivivere tutti gli anni con Maureen, il degradarsi della loro relazione e gli anni del lavoro al birrificio, dove conobbe la signorina Queenie, lo farà riflettere su se stesso e sulle sue relazioni, un lavoro di introspezione che porterà a galla sentimenti sopiti e dimenticati e un lavoro di "rispolvero" della personalità con l'incontro di tanti personaggi diversi che lo aiuteranno nel suo cammino infondendogli speranza e la loro forza!
Tappa dopo tappa la sua fama cresce, Harold diventa famoso, ma non può fermarsi, sino a che lui camminerà, Queenie vivrà, lui ne è certo, deve continuare a camminare, i suoi passi, sono i respiri di lei, se lui si ferma, lei è perduta.

Non posso raccontarvi altro, davvero, questo libro va letto dall'inizio alla fine, senza altre anticipazioni!
L'ho amato da subito, se siete un pò giù ed è un periodo che la cara vita ve la fa pagare, leggetelo, leggete di Harold e della sua forza di volontà, fatevi un bagno in tutta questa speranza e in questi sentimenti buoni, vi rianimerà il cuore con una leggerezza e spontaneità unica!
Surplus geniale, la scrittrice ha aggiunto alla fine del libro una piccola cartina dell'inghilterra con evidenziate le tappe della traversata di Harold! Geniale davvero, io l'ho seguito con il ditino, ogni volta che leggevo il nome di una cittadina andavo a cercarla e non sono mancate le espressioni tipo "Vai Harold! sei già arrivato qua!" "hai capito il vecchiarello, belin va come un treno!" e via dicendo.
Leggetelo assolutissimamente e fatemi sapere cosa ne pensate!!!

Stay Tuned!!!
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Titolo: L'imprevedibile viaggio di Harold Fry
Autrice: Rachel Joyce
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Formato: Tascabile
Pagine: 310
Prezzo di copertina: 13,00€
ISBN-13 9788866215134


Nessun commento:

Posta un commento